Archivio

Seminario di Studio: una  praxis  clinica, con l’inconscio
introduttivo ai testi fondanti del Campo lacaniano

Giovedì 21 Giugno 2012 Ore 13:00 – 14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

13:00/13:30 M. D. Padula: XIV Il sogno dell’iniezione a Irma (conclusione) «Questo sogno fatto da Freud è, in quanto sogno, integrato nel progresso della sua scoperta. […] ho considerato l’insieme formato dal sogno e dalla sua interpretazione,[…] sta qui il punto essenziale: non possiamo separare dall’interpretazione il fatto che Freud ci presenta questo sogno come il primo passo verso la chiave del sogno.» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io  nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955] Einaudi, 2006, p. 188.

13:30/14:00 Stefano Minelli: XIV Il sogno dell’iniezione a Irma (conclusione) «Vi ho già lasciato intravedere la funzione mediatrice del simbolico quando, […] Ogni rapporto immaginario si produce in una specie di o tu o io tra il soggetto e l’oggetto […] E’ qui che interviene la relazione simbolica.Il potere di nominare gli oggetti struttura la percezione stessa […]» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, [1954-1955] Einaudi, Torino, 2006, pp. 194, 195.

14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 7 Giugno 2012 Ore 13:00 – 14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

13:00/13:30 Antonella Scarpelli: XI La censura non è la resistenza (conclusione) «Nel sonno l’io non ha lo stesso atteggiamento che nello stato di veglia. […] le sue resistenze possono essere aggirate, attraversate o filtrate –[…]– e che si trovano modificate le condizioni in cui si produce il fenomeno che supponiamo permanente, cioè la continuazione del discorso.[…] se non che il discorso del sogno è coerente col discorso della veglia? Freud riferisce sempre l’uno all’altro – che cosa dice il soggetto nel sogno, posto ciò che dice nella veglia?» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io  nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955] Einaudi, 2006, p. 152.

13:30/14:00 Maria Domenica Padula: XII Gli imbarazzi della regressione «Chi è il soggetto? […] Freud, invece, non presenta le cose sotto forma di storiella, pone il problema nel suo punto essenziale – che cos’è il senso? […] qual è il senso del comportamento del nostro prossimo? […] Bisogna forse cercare la risposta nei tratti eccezionali, patologici del comportamento dell’altro? […] Cerca la risposta ponendo la questione là dove il soggetto stesso può porsela: analizza i propri sogni […] Ciò che è nell’inconscio, non può essere che ricostruito: ecco il senso cui Freud ci guida.» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, [1954-1955] Einaudi, Torino, 2006, pp. 155, 157, 158.

14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 24 Maggio 2012 Ore 13:00 – 14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

13:00/13:30 Mariangela Bezzi: XI La censura non è la resistenza (1° parte) «Ebbene, la degradazione, o anche l’oblio, del testo del sogno importa così poco, dice Freud, che anche se restasse un solo elemento, un elemento dubbio, un minuzzolo di briciola, l’ombra di un’ombra, possiamo continuare ad accordargli un senso. È un messaggio […] una censura è un’intenzione.» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io  nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955] Einaudi, 2006, p. 145.

13:30/14:00 Arianna Zito: XI La censura non è la resistenza (2° parte) «No, non è la censura. La censura non si situa allo stesso livello della resistenza […] la resistenza del soggetto è legata al registro dell’io, è un effetto dell’io. […] essa è istituita come una x che designa tutto ciò che arresta il lavoro analitico, […] La censura non ha niente a che fare con la resistenza, […]» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, [1954-1955] Einaudi, Torino, 2006, p. 148.

14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 10 Maggio 2012 Ore 13:00-14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

13:00/13:30 Antonella Scarpelli: 7/ L’Identificazione «Cerchiamo di estrarre da un intricato contesto il processo di identificazione nella formazione del sintomo nevrotico.[…] O l’identificazione è quella derivante dal complesso edipico […] È questo il meccanismo completo della formazione dei sintomi isterici. Oppure […] l’identificazione è la più primitiva e originaria forma di legame emotivo, nelle condizioni in cui si forma il sintomo, là dove esistano cioè rimozione e predominio dei meccanismi dell’inconscio […]» S. Freud, «Psicologia delle masse e analisi dell’Io», in Opere, vol. IX, L’io e l’Es e altri scritti [1917-1923], Bollati Boringhieri, 1989, cap. IX°, p. 293.

13:30/14:00 Susanna Ascarelli: X. Dall’Entwurf alla Traumdeutung «[…] Freud insiste nella Traumdeutung sulla parentela del sogno col sintomo nevrotico, ma anche sulla loro differenza. […] in comune hanno solo una grammatica. È una metafora, […]. Il sogno permette di cogliere la funzione simbolica in gioco, ed è, a questo titolo, capitale per comprendere il sintomo.» J. Lacan, il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, [1954-1955] Einaudi, Torino, 2006, p. 132.

14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 26 Aprile 2012 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

13:00/13:30 Marianna Genitore: Psicologia delle masse e analisi dell’Io: «Propendiamo quindi per due altre possibilità: che la pulsione sociale non sia in effetti originaria e indecomponibile, e che gli esordi del suo sviluppo siano rintracciabili in un ambito più ristretto, quello della famiglia ad esempio […] mi occuperò soltanto di poche questioni, che presentano un interesse particolare per l’esplorazione psicoanalitica del profondo.» S. Freud, «Psicologia delle masse e analisi dell’Io», in Opere, vol. IX, L’io e l’Es e altri scritti [1917-1923], Bollati Boringhieri, 1989, cap. IX°, p. 261.

13:30/14:00 Francesca Velluzzi con un intervento di Gaetano Tancredi: IX Gioco di scritture 2° parte «Ora torneremo indietro e parleremo dell’Entwurf […] Vi veniamo a sapere in che modo Freud si rappresentava l’apparato psichico. Questo testo è inseparabile dalla teoria del pensiero di Freud […]» J. Lacan, il Seminario, Libro II,  L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, [1954-1955] Einaudi, Torino, 2006, Gioco di scritture, cap. IX, p. 119.

14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 12 Aprile 2012 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

13:00/13:30 Massimo Montaldi: 5 I rapporti di dipendenza dell’Io«La cosa migliore per mettere nel dovuto rilievo  queste relazioni è rifarsi ad alcune circostanze di fatto di natura clinica, le quali da tempo non rappresentano più una novità pur non essendo state ancora elaborate a livello teorico.» S. Freud, «L’io e l’Es», in Opere, vol. IX, L’io e l’Es e altri scritti [1917-1923], Bollati Boringhieri, 1989, cap. V°, p. 511.

13:30/14:00 Francesca Velluzzi con un intervento di Gaetano Tancredi: Gioco di scritture 2° parte «Ora torneremo indietro e parleremo dell’Entwurf […] Vi veniamo a sapere in che modo Freud si rappresentava l’apparato psichico. Questo testo è inseparabile dalla teoria del pensiero di Freud […]» J. Lacan, il Seminario, Libro II,  L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, [1954-1955] Einaudi, Torino, 2006, Gioco di scritture, cap. IX, p. 119.

14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 29 Marzo 2012 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.
Programma:

13:00/13:30 Paola Malquori: 4 Le due specie di pulsioni, «Avendo accettato l’idea di un impasto delle due specie di pulsioni, siamo costretti ad ammettere altresì la possibilità di un loro, più o meno completo, “disimpasto”.» S. Freud, L’io e l’Es, in Opere, vol. IX, L’io e l’Es e altri scritti, [1917-1923] Bollati Boringhieri, 1989, cap. IV°, p. 502.

13:30/14:00 Francesca Velluzzi: Gioco di scritture «Vuol dire che c’è un punto inafferrabile nel fenomeno, il punto di emergenza del rapporto del soggetto con il simbolico. Io lo chiamo l’essere […]» J. Lacan, il Seminario, Libro II,  L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, [1954-1955] Einaudi, Torino, 2006, Gioco di scritture, cap. IX, p. 119.

14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi[1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 15 Marzo 2012 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

13:00/13:30 M. Domenica Padula: 2° parte «Ora torneremo indietro e parleremo dell’Entwurf […]. Vi veniamo a sapere in che modo Freud si rappresentava l’apparato psichico. Questo testo è inseparabile dalla teoria del pensiero di Freud […].» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], cap. VIII, Introduzione all’Entwurf, Ed. Einaudi, Torino, 2006, p. 116.

13:30/14:00 Cristina Albertini: «L’ideale dell’Io è dunque l’erede del complesso edipico, e costituisce pertanto l’espressione dei più potenti impulsi e degli sviluppi libidici più importanti dell’Es. Mediante la costituzione di tale ideale, l’Io è riuscito a padroneggiare il complesso edipico, e nello stesso tempo si è sottomesso all’Es.» S. Freud, L’Io e l’Es [1920], in Opere, vol IX, L’io e l’Es e altri scritti, [1917-1923] Bollati Boringhieri, 1989, cap. 2°, p. 487.

14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi[1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 1 Marzo 2012 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

Ore 13:00/13:30 Arianna Zito: «L’Io non è nettamente separato dall’Es, ma sconfina verso il basso fino a confluire con esso. Ma anche il rimosso confluisce con l’Es […]. Il rimosso è separato nettamente soltanto dall’Io, mediante le resistenze della rimozione; può tuttavia comunicare con l’Io attaverso l’Es. S. Freud, L’Io e l’Es [1920], in Opere, vol IX, L’io e l’Es e altri scritti, [1917-1923] Bollati Boringhieri, 1989, cap. 2°, p. 487.

Ore 13:30/14:00 M. Domenica Padula: «Ora torneremo indietro e parleremo dell’Entwurf[…]. Vi veniamo a sapere in che modo Freud si rappresentava l’apparato psichico. Questo testo è inseparabile dalla teoria del pensiero di Freud […].» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], cap. VIII, Introduzione all’Entwurf, Ed. Einaudi, Torino, 2006, p. 116.

Ore 14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 16 Febbraio 2012 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

Ore 13:00/13:30 Marianna Genitore: «La distinzione dello psichico in ciò che è cosciente e ciò che è inconscio è il presupposto fondamentale della psicoanalisi; […] Questa teoria diventa incontestabile per il fatto che nella tecnica psicoanalitica sono stati trovati mezzi grazie ai quali la forza contrastante può essere soppressa […].» Rimozione – resistenza S. Freud, L’Io e l’Es [1920], in Opere, vol IX, L’io e l’Es e altri scritti, [1917-1923] Bollati Boringhieri, 1989, cap. 1°, pp. 476-477.

Ore 13:30/14:00 Gaetano Tancredi: «Che cosa svela l’analisi – se non la discordanza fondamentale, radicale delle condotte essenziali  per l’uomo, in rapporto a tutto ciò che egli vive? La dimensione scoperta dall’analisi è il contrario di qualcosa che progredisce per adattamento, […].» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], cap. VII, Il circuito, Ed. Einaudi, Torino, 2006, pp. 100-101.

Ore 14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 02 Febbraio 2012 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

Ore 13:00/13:30 Paola Malquori: «Se la tendenza a ripristinare uno stato precedente è veramente un carattere così universale delle pulsioni, non è lecito meravigliarsi del fatto che nella vita psichica tanti processi si svolgano indipendentemente dal principio di piacere. […] Arriviamo così alla conclusione –non molto semplice, in verità– che all’inizio della vita psichica l’anelito al piacere si esprime in una forma […] non tuttavia esente da restrizioni; esso è infatti costretto a subire frequenti interruzioni.» S. Freud, Al di là del principio di piacere [1920], in Opere, vol IX, L’io e l’Es e altri scritti, [1917-1923] Bollati Boringhieri, 1989, cap. 6° e 7°.

Ore 13:30/14:00 Gaetano Tancredi: «[…] non c’è mistero nell’entropia, è un simbolo, […] assolutamente indispensabile al nostro pensiero. […] È una delle grandi emergenze del pensiero, […] Bisogna iniziarvi a questo sistema simbolico, se volete affrontare interi ordini di una realtà che ci tocca da vicino. […] Il principio di realtà consiste nel fatto che il gioco duri, cioè che il piacere si rinnovi, che il combattimento non finisca per mancanza di combattenti […] nell’aver riguardo per i nostri piaceri, quei piaceri la cui tendenza è…cessazione. […] poi giunga la nuova emergenza vitale, […] Intorno, ci si può organizzare tutta un’antropologia. Ma è forse quella che giustifica delle psicoanalisi, cioè che si sbatta la gente su un divano perché ci racconti fesserie?» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], cap. VII, Il circuito, Ed. Einaudi, Torino, 2006, pp. 95-98-99-100.

Ore 14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi[1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 19 Gennaio 2012 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

Ore 13:00/13:30 Paola Biesta: «La parte più valida delle nostre conoscenze relative a questi processi ci deriva dallo studio del lavoro onirico. Le pulsioni che  si prendono a cuore la sorte di questi organismi elementari […] le pulsioni che provvedono… ecc, costituiscono il gruppo delle pulsioni sessuali. […] Sono le pulsioni vitali vere e proprie; operano contro l’intento delle altre pulsioni, che per la loro funzione portano alla morte…» S. Freud, Al di là del principio di piacere [1920], in Opere, vol IX, L’io e l’Es e altri scritti, [1917-1923] Bollati Boringhieri, 1989, cap. 5°.

Ore 13:30/14:00 Ornella Amoriggi: «C’è in Freud una cosa di cui si parla e di cui non si parla in Hegel, è l’energia […] Se arriviamo a rivelare il senso di questo mito energetico, vedremo uscire ciò che era,… implicato nella metafora del corpo umano come macchina […]. Si accorge che il cervello è una macchina per sognare. Ed è nella macchina per sognare che ritrova ciò che c’era da sempre […] da qui il passaggio alla Traumdeutung […] Da qui la rivoluzione completa […] Egli scopre il funzionamento del simbolo.» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], cap. VI, Freud, Hegel e la macchina, Ed. Einaudi, Torino, 2006, pp. 87-89.

Ore 14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi[1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 22 Dicembre 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

Ore 13:00/13:30 Mariangela Bezzi: «L’inconscio, e cioè il “rimosso” non oppone nessuna resistenza agli sforzi della cura; il suo unico scopo è anzi quello di vincere la pressione e in tal modo farsi largo nella coscienza o scaricarsi nell’azione reale.» S. Freud, Al di là del principio di piacere [1920], in Opere, vol IX, L’io e l’Es e altri scritti, [1917-1923] Bollati Boringhieri, 1989, cap. 3° e 4°.

Ore 13:30/14:00 Paola Giordano: «Dove l’individuo in funzione soggettiva si conta – se non nell’inconscio? E’ uno dei fenomeni più evidenti scoperti dall’esperienza freudiana.» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], cap. V, Omeostasi e insistenza, Ed. Einaudi, Torino, 2006, p. 66.

Ore 14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi[1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 24 Novembre 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: 1) Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. 2) S. Freud, Opere, Bollati Boringhieri, 1989, Torino. I testi sono disponibili presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

Ore 13:00/13:30 M. Domenica Padula: «… ma la psicoanalisi ha sempre pensato che questo destino sia creato da costoro in massima parte con le loro stesse mani, e sia determinato da influssi che risalgono all’età infantile. […] I nevrotici […] mirano a interrompere il trattamento […] sanno ricreare l’impressione di essere disprezzati, […] trovano appropriati oggetti per la loro gelosia; […] Esistono così persone le cui relazioni umane si concludono tutte nello stesso modo […] se terremo conto di osservazioni come queste, […] troveremo il coraggio di formulare l’ipotesi che nella vita psichica esiste davvero una coazione a ripetere la quale si afferma anche a prescindere dal principio di piacere.» S. Freud, Al di là del principio di piacere[1920], in Opere, vol IX, L’io e l’Es e altri scritti, [1917-1923] Bollati Boringhieri , 1989, pp. 207-208.

Ore 13:30/14:00 Paola Malquori: «Le resistenze hanno sempre la loro sede, come l’analisi ci insegna nell’io. […] Il nucleo del nostro essere non coincide con l’io. […] Indubbiamente il vero io (je) non sono io. […] l’io è letteralmente un oggetto – un oggetto che adempie una certa funzione che chiamiamo funzione immaginaria. […] Tutto ciò che Freud ha scritto aveva come scopo di ristabilire la prospettiva esatta dell’eccentricità del soggetto nei confronti dell’io.» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], cap. IV, Al di là del principio del piacere, la ripetizione, Ed. Einaudi, Torino, 2006, pp. 49-53.

Ore 14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi[1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006. S. Freud, Opere, Ed. Bollati Boringhieri, 1989, Torino.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 10 Novembre 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. Il testo è disponibile presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma:

Ore 13:00 Stefano Minelli: «La concezione dello stadio dello specchio, […] non mi è sembrata indegna di essere richiamata alla vostra attenzione: […] quanto alla luce che getta sulla funzione dell’io nell’esperienza che la psicoanalisi ce ne dà.» J. Lacan, Scritti, vol I, Ed. Einaudi, Torino, 1974, p. 87.

Ore 13:30 Roberta Giacchè: «Penso di poter mostrare che per concepire la funzione che Freud designa sotto il nome di io […] è indispensabile servirsi di quella distinzione di piani e relazioni che è espressa dai termini simbolico, immaginario, reale. […] L’io, nel suo aspetto più essenziale, è una funzione immaginaria. […] Ma credo di potervi dimostrare che è fondata la categoria di azione simbolica.» J. Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi, [1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006, pp. 44-46.

Ore 14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi[1954-1955], Ed. Einaudi, Torino, 2006.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 27 Ottobre 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Itinerari di lettura

Gli incontri di lettura quest’anno verteranno su: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi. Il testo è disponibile presso la Biblioteca del CCP-Sede Clinica Arenula.

Programma del 1° Incontro:

Ore 13:00 M. Domenica Padula: Ma chi sono io, dunque? Una delle vie in cui la psicoanalisi opera è quella dell’identità, identità del soggetto, a partire dal soggetto cartesiano dell’«Io penso, dunque sono» Lacan, nel Seminario, Libro II, afferma che la scoperta freudiana ha lo stesso senso di decentramento  apportata dalla scoperta di Copernico. E nonostante, o proprio perché i poeti non sanno quello che dicono, riescono a dire le cose prima degli altri: «[… ] et je me suis reconnu poète. Ce n’est pas du tout ma faute. C’est faux de dire: Je pense: on devrait dire: On me pense. − Pardon du jeu de mots. Je est un autre.» Arthur Rimbaud, Lettre à Georges Izambard, 13/05/1871.

Ore 13:30 Antonella Scarpelli: Quando il soggetto non si confonde con l’individuo. Dalla nozione pre analitica dell’io alla scoperta – rivoluzione di Freud, al di là del conflitto fra scuole e dell’illusione dell’uomo intrattenuta con il suo vissuto, emerge come non sia la scienza a trasmettere le vie per giungere al ‘prezioso’ dell’essere umano, a partire dal quale si apre un campo del sapere nuovo. Campo che è fuori dalle certezze dogmatiche e che ha però la forza di emergere e di esprimersi con ‘io’ [je] ma che, da Freud in poi, non è più dell’ordine della coscienza. «L’inconscio sfugge a questo cerchio di certezze in cui l’uomo si riconosce come io.» Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi p. 10.

Ore 14:00/14:30 Dibattito

Bibliografia: Jacques Lacan, Il Seminario, Libro II, L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi [1954-1955], Ed. Einaudi.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Invito al Seminario d’entrata

Giovedì 29 Settembre 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Nella pluralità delle cure offerte è imperativo chiedersi quale posto occupi la praxis clinica fondata sull’inconscio – poiché l’unica terapia in cui il concetto di inconscio ha valore è la psicoanalisi. Si tratterà la questione del perché scegliere la psicoanalisi come cura e quindi come formazione.

Seminario d’entrata: Quale praxis clinica?

…con o senza inconscio? 

1° incontro, Giovedì 29 Settembre 2011 2° incontro, Giovedì 6 Ottobre 2011 3° incontro, Giovedì 13 Ottobre 2011

––––––––––––––––––––

Giovedì 14 Luglio 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel: 06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«C’è frustrazione -il termine lo indica- solo se il soggetto entra nella rivendicazione […] esigibile per diritto.[…] L’ingresso della frustrazione […] è una condizione necessaria  allo stabilirsi di quell’ordine simbolizzato del reale in cui il soggetto saprà, ad esempio, instaurare come esistenti e ammesse certe privazioni permanenti. L’errore è voler dedurre tutto dal desiderio […]» J. Lacan, Il Seminario, Libro IV, La relazione oggettuale [1956-1957], Einaudi, p. 97-98

Itinerari di lettura

«Di questo richiamo […] non posso farvi apprezzare meglio la fondatezza
se non prendendo alcuni testi di Freud e facendovici  entrare, molto semplicemente.»
J. Lacan, Il Seminario, Libro IV, La relazione oggettuale [1956-1957] ed. Einaudi, p. 98

Ore 13:00/13:45 Maria Domenica Padula : S. Freud, «Vita sessuale umana», in «Introduzione alla Psicoanalisi», in Opere, vol VIII, Lezione XX, ed. Bollati Boringhieri, p. 462-477.

Ore 13:45/14:30 Discussione e prospettive

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», in Opere, Ed. Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 30 Giugno 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«Tra le forze pulsionali così impiegate, quelle degli impulsi sessuali hanno un ruolo importante; […] La società non ama, non ha alcun interesse che venga riconosciuta la forza delle pulsioni sessuali e resa esplicita l’importanza della vita sessuale per il singolo»
S. Freud, «Introduzione alla Psicoanalisi», vol VIII, lez. I

Itinerari di lettura

«In sostanza, i testi freudiani si prestano ad un commento pressoché inesauribile, mai concluso, al punto che ogni approccio risulta sempre limitato dal livello di progressione in cui il lettore o il commentatore si trova.» J. Lacan, Conferenza: «Simbolico, immaginario Reale», 8 luglio 1953

Ore 13:00/13:45 Carmen Gurnari: S. Freud, «La teoria della libido e il narcisismo», in «Introduzione alla Psicoanalisi», Opere, vol. VIII, lez. XXVI, Ed. Bollati Boringhieri, p. 563.

Ore 13:45/14:30 Discussione e prospettive

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», in Opere, Ed. Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 16 Giugno 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«[…] vi ho annunciato che abbiamo in serbo qualcosa di nuovo…
una cosa sorprendente e sconcertante.[…] il regno psichico della fantasia.
Vi è un modo di ritornare dalla fantasia alla realtà, e questo modo è l’arte.»
S. Freud, «Introduzione alla Psicoanalisi», Opere, vol VIII, lez. XXIII, p. 522-527-530.

Itinerari di lettura

«In sostanza, i testi freudiani si prestano ad un commento pressoché inesauribile, mai concluso, al punto che ogni approccio risulta sempre limitato dal livello di progressione in cui il lettore o il commentatore si trova.» J. Lacan, Conferenza: «Simbolico, immaginario Reale», 8 luglio 1953

Ore 13:00/13:30 Maria Domenica Padula: S. Freud, «Le vie per la formazione dei sintomi», in «Introduzione alla Psicoanalisi», Opere, vol. VIII, lez. XXIII, Ed. Bollati Boringhieri, p. 514-522.

Ore 13:30/14:00 Antonella Scarpelli: S. Freud, «Le vie per la formazione dei sintomi», in «Introduzione alla Psicoanalisi», in Opere, vol. VIII, lez. XXIII, Ed. Bollati Boringhieri, p. 522-531.

Ore 14:00 Discussione e prospettive

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», in Opere, Ed. Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 26 Maggio 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«[…] Naturalmente la cura analitica non tollera alcun diritto d’asilo di questo genere.»
S. Freud, «Introduzione alla Psicoanalisi», vol VIII, lez. XIX, p. 450

Itinerari di lettura

Ore 13:00/13:30 Marianna Genitore: S. Freud, «Resistenza e rimozione», in «Introduzione alla Psicoanalisi», vol. VIII, lez. XIX, Ed. Bollati Boringhieri, p. 447.

Ore 13:30/14:00 Elisabetta Mattarelli: S. Freud, «Resistenza e rimozione», in «Introduzione alla Psicoanalisi», vol. VIII, lez. XVIII, Ed. Bollati Boringhieri, p. 454.

Ore 14:00 Discussione

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», in Opere, Ed. Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 12 Maggio 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e a quanti interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«La formazione del sintomo è un sostituto di qualcos’altro che non ha avuto luogo.»
S. Freud, «Introduzione alla Psicoanalisi», vol VIII, lez. XVIII, p. 441

Itinerari di lettura

Ore 13:00/13:30 Antonella Scarpelli: «Infine, il sintomo è in posizione di causa al livello della teoria. Infatti è per rendere conto di che cosa èun sintomo che Freud ha inventato –si tratta di invenzione e non di scoperta– ciò che ha definito il lavoro dell’inconscio.» C. Soler, «Il sintomo», Conferenza all’Università di Urbino, Giugno 1986.

Ore 13:30/14:00 Susanna Ascarelli: S. Freud «La fissazione al trauma, l’inconscio», in «Introduzione alla Psicoanalisi», vol VIII, lez. XVIII, Ed. Bollati Boringhieri, p. 435.

Ore 14:00 Discussione

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», in Opere, Ed. Bollati Boringhieri.
C. Soler, «Il sintomo», Conferenza tenuta all’Università di Urbino il 7 Giugno 1986.
C. Soler, Le «corps parlant» – Il «corpo parlante», Ed. Praxis del Campo lacaniano.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 28 Aprile 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III° piano – 00186 Roma – Tel:06 45481515

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«Ora, il senso dei sintomi (vedi Introduzione alla psicoanalisi) non si interpreta correttamente, e correttamente vuol dire con degli effetti di riduzione, se non in funzione dei primi incontri con la realtà sessuale.» C. Soler, Le «corps parlant» – Il «corpo parlante» Ed. Praxis del Campo lacaniano, p. 27

Itinerari di lettura

Ore 13:00/14:00  Mina Ferraro, continua la lettura da: S. Freud, «Il senso dei sintomi», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol. VIII, lez. XVII, Ed. Bollati Boringhieri, p. 420.

Ore 14:00/14:30 Discussione

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», in Opere, Ed. Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 14 Aprile 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano – 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«Tutti i fenomeni della formazione di sintomi possono a buon diritto essere descritti come “ritorno del rimosso”.» S. Freud, Opere [1930-1938], Vol XI, p. 444.

Programma: itinerari per leggere

Ore 13:00/13:30 M. Domenica Padula, continua la lettura da: S. Freud, «Angoscia e vita pulsionale», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol XI, lez. XXXII (nuova Serie di Lezioni), Ed. Bollati Boringhieri, p. 191.

Ore 13:30/14:00 S. Freud «Il senso dei sintomi», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. XVII, Ed. Bollati Boringhieri, p. 420.

Ore 14:00/14:30 Discussione

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», in Opere, Ed. Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Giovedì 31 Marzo 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano – 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«[…] L’angoscia, ci ha insegnato Freud, svolge la funzione di segnale rispetto a qualcosa.» J. Lacan, Il Seminario, Libro X, L’Angoscia, [1962-1963], Einaudi, pp. 93-94.

Programma: itinerari per leggere

Ore 13:00 Nathalie Dollez , continua la lettura da: S. Freud, «Angoscia e vita pulsionale», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol XI, lez. XXXII (nuova Serie di Lezioni), Ed. Bollati Boringhieri, p. 191.

Ore 14:00 Conversazione e nuove proposte

Bibliografia: S. Freud, Introduzione alla psicoanalisi, ed.Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Seminario di Studio: una  praxis  clinica, con l’inconscio
introduttivo ai testi fondanti del Campo lacaniano

Giovedì 10 Marzo 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano – 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«[…] L’angoscia, ci ha insegnato Freud, svolge la funzione di segnale rispetto a qualcosa.» J. Lacan, Il Seminario, Libro X, L’Angoscia, [1962-1963], Einaudi, pp. 93-94.

Programma: itinerari per leggere

Ore 13:00  Stefano Minelli, completa la lettura: S. Freud, «L’Angoscia», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. XXV, Ed. Bollati Boringhieri, p. 354.

Ore 13:30  Nathalie Dollez propone: S. Freud, «Angoscia e vita pulsionale», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol XI, lez. XXXII, (nuova Serie di Lezioni), Ed. Bollati Boringhieri, p.191.

Ore 14:00 Conversazione e nuove proposte

Bibliografia: S. Freud, Introduzione alla psicoanalisi, ed.Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Seminario di Studio: una  praxis  clinica, con l’inconscio
introduttivo ai testi fondanti del Campo lacaniano

Giovedì 03 Marzo 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano – 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

“[…] resta fermo che il problema dell’angoscia è un punto nodale,
nel quale convergono tutti i più svariati e importanti interrogativi, un enigma
[…] vi aspetterete certamente che la psicoanalisi
affronti anche questo tema in modo del tutto diverso dalla medicina scolastica.”
S. Freud, «L’Angoscia», in Introduzione alla Psicoanalisi.

Programma: itinerari per leggere

ore 13:00 Roberta Giacchè propone:

S. Freud, «Psicoanalisi e Psichiatria», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, Lez. XIVI, p. 407, Ed. Bollati Boringhieri.

ore 13:30 Stefano Minelli propone:

S. Freud, «L’Angoscia», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, Lez. XXV, p. 354, Ed. Bollati Boringhieri

ore 14:00 Conversazione e nuove proposte

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi» Ed. Bollati Boringhieri.

La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Seminario di Studio: una  praxis  clinica, con l’inconscio
introduttivo ai testi fondanti del Campo lacaniano

Giovedì 17 Febbraio 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano – 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«Come sapete l’umanità ha una tendenza istintiva a difendersi dalle novità intellettuali.
[…] Il profano pone la domanda: “dov’è l’appagamento di desiderio?”»
S. Freud, Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, pag. 382.

Programma:

ore 13:00 Francesca Velluzzi propone un itinerario di lettura dai seguenti testi:

S. Freud, «L’appagamento di desiderio», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. XIV, p. 381-394, Ed. Bollati Boringhieri, S. Freud, «L’interpretazione dei sogni», vol 3, parti dai capp.3-4, Ed. Bollati Boringhieri, D. Mautino, Introduzione alla psicoanalisi lacaniana,  ed. Biblink, p. 89

ore 13:45 Interventi dei partecipanti

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», Lez. 14, Opere, vol. 8, Ed. Boringhieri. S. Freud, «L’interpretazione dei sogni», Opere, vol. 3, Ed. Boringhieri. Diego Mautino, Introduzione alla psicoanalisi lacaniana, Ed. Biblink.

Partecipazione: La partecipazione è gratuita, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Seminario di Studio: una  praxis  clinica, con l’inconscio
introduttivo ai testi fondanti del Campo lacaniano

Giovedì 03 Febbraio 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano – 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«Un’analogia, che ci giunge gradita, con questo singolare comportamento
del lavoro onirico ci viene fornita dall’evoluzione del linguaggio.»
S. Freud, Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. XI, pag. 349.

Programma:

ore 13:00 Elisabetta Mattarelli, legge il testo: S. Freud «Il lavoro onirico», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. XI, Ed. Bollati Boringhieri, pag. 341.

ore 13:30 Gaetano Tancredi, completa la lettura del testo: S. Freud «Il lavoro onirico», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. XI, Ed. Bollati Boringhieri, pag. 345.

A seguire discussione e dibattito.

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla psicoanalisi», Lez. 11, Opere, vol. 8, Boringhieri, p. 341-345. S. Freud, «L’interpretazione dei sogni», cap. 6, vol. 3, Boringhieri, p. 259-285. Diego Mautino, Introduzione alla psicoanalisi lacaniana, Biblink, p. 36-37.

Partecipazione: La partecipazione è gratuita, dato il numero limitato di posti, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Seminario di Studio: una  praxis  clinica, con l’inconscio
introduttivo ai testi fondanti del Campo lacaniano

Giovedì 20 Gennaio 2011 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano – 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«Nessuno può praticare l’interpretazione dei sogni come un’attività a se stante;
essa è e rimane un settore del lavoro analitico.»
S. Freud, Opere, [1924-1929] Vol. X, Ed. Bollati Boringhieri, pag. 154.

Programma:

ore 13:00 Stefano Minelli, legge il testo: S. Freud «Il Simbolismo nel sogno», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. X, Ed. Bollati Boringhieri, pag. 321.

A seguire discussione e dibattito.

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla Psicoanalisi», (si consiglia l’edizione Bollati Boringhieri)

Partecipazione: La partecipazione è gratuita, dato il numero limitato di posti, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Seminario di Studio: una  praxis  clinica, con l’inconscio
introduttivo ai testi fondanti del Campo lacaniano

Giovedì 16 Dicembre 2010 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano – 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

«…non ci si preoccupi di ciò che il sogno sembra dire […], si aspetti finché il materiale inconscio nascosto o cercato si presenti da sé…»
S. Freud, Introduzione alla Psicoanalisi, Lez. VII.

Programma:

ore 13:00 Nathalie Dollez, legge il testo: S. Freud «La censura onirica», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. IX, Ed. Bollati Boringhieri, Capitolo 7, pp. 309-320.

A seguire discussione e dibattito.

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla Psicoanalisi», (si consiglia l’edizione Bollati Boringhieri)

Partecipazione: La partecipazione è gratuita, dato il numero limitato di posti, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Seminario di Studio: una  praxis  clinica, con l’inconscio
introduttivo ai testi fondanti del Campo lacaniano

Giovedì 2 Dicembre 2010 Ore 13:00–14:30
CCP Sede Clinica: via Arenula 53, III°  piano- 00186 Roma

A studenti, tirocinanti e interessati a leggere e a studiare, attraverso un lavoro teorico, che annodi la formazione con la clinica, si proporrà via via, la lettura di alcuni testi base, per intendere il concetto di inconscio, nella sua portata epistemica, prima in Freud e poi in Lacan.

Programma:

ore 13:00 Maria Domenica Padula, legge il testo: S. Freud «Contenuto manifesto del sogno e pensieri onirici latenti», in Introduzione alla Psicoanalisi, vol VIII, lez. VII, Ed. Bollati Boringhieri, Capitolo 7, pp. 287-298.

A seguire discussione e dibattito.

Bibliografia: S. Freud, «Introduzione alla Psicoanalisi», (si consiglia l’edizione Bollati Boringhieri)

Partecipazione: La partecipazione è gratuita, dato il numero limitato di posti, è necessario fare domanda e prenotarsi, inviando i propri dati e recapiti tramite e-mail a: ccp@praxislacaniana.it

A cura di: M.D. Padula, N. Dollez, S. Ascarelli, F. Velluzzi, G. Tancredi, A. Scarpelli

––––––––––––––––––––

Seminario d’entrata: Quale praxis clinica?

1° incontro, Giovedì 14 Ottobre 2010
2° incontro, Giovedì 28 Ottobre 2010
3° incontro, Giovedì 11 Novembre 2010


© Praxis–FCL in Italia [Roma 2010]
Via della Frezza 59 – Roma (RM) Italia Tel: +39-0632111537
e-mail: info@praxislacaniana.it | P.Iva: 07520731006

«L’etica della psicoanalisi è la praxis della sua teoria.» Jacques Lacan